Aprile 2015

fotoAprile
Care amiche e cari amici,
sono felice di condividere con voi questo importante traguardo: i 5 anni di Nonsolorosa!
A “Nonsolorosa” è legata parte della mia vita professionale. L’ho desiderata, pensata e realizzata. Un sogno che avevo nel cassetto da quando ho iniziato a collaborare con la redazione di Velletri Oggi, il settimanale diretto da mio padre, il quale mi ha trasferito l’amore per questo meraviglioso lavoro. Mi sembra ieri che avevo tra le mani la prima copia di Nonsolorosa con Franco Nero in copertina!
Quanti ricordi si affollano nella mente, quanti progetti, quanti servizi, quanti personaggi intervistati e quante emozioni. Non so se ho fatto bene, ma so di certo che Nonsolorosa ha saputo conquistare la vostra stima e il vostro affetto.
Non vi nascondo che, oltre che un grande impegno, è una grande soddisfazione per me essere alla guida di questa rivista. E non solo perché è letta da tanta gente, ma perché è una rivista che mi somiglia, perché, in ogni numero, cerco di mettere un po’ di me. Una rivista colorata, lo dice anche il nome, “perché di rosa si tingono magicamente le albe più belle, i sogni, le storie d’amore, le più feconde relazioni d’amicizia, la moda, l’arte, e tutto ciò che richiama l’universo femminile declinato nelle sue più poetiche espressioni. Una rivista declinata al femminile ma che non parla solo di donne”.
Così spiegavo nel mio primo editoriale.
Sono davvero felice di sapere che ci leggete in tanti grazie alle vostre numerose mail e lettere che ci pervengono in redazione.
Vi ringrazio davvero tutti.
Ma voglio ringraziare soprattutto i miei collaboratori, vecchi e nuovi, ed anche i tanti amici che ho coinvolto in questa bellissima avventura.
Ed infine i miei inserizionisti. E’ a queste persone che va il mio ringraziamento più affettuoso, perchè senza di loro Nonsolorosa non esisterebbe.
Ad una persona, in particolare, è rivolto il mio pensiero: mia madre. E’ grazie ai suoi insegnamenti e alla tenacia che mi ha trasmesso se sono riuscita a realizzare questo mio piccolo sogno.
Ma oggi non mi è concesso essere triste. Bisogna andare avanti e guardare con ottimismo al futuro.
Auguro a Nonsolorosa tanti anni ancora da raccontare e le auguro di farlo sempre con lo stesso entusiamo e la stessa voglia di vivere.
Grazie di cuore a tutti voi!

Affettuosamente
Il Direttore